Vuoto Pneumatico (Gianni Venturi & Giacomo Marighelli)

by Vuoto Pneumatico

/
  • Streaming + Download

    Includes high-quality download in MP3, FLAC and more. Paying supporters also get unlimited streaming via the free Bandcamp app.

      name your price

     

  • Compact Disc (CD) + Digital Album

    Vuoto Pneumatico (Gianni Venturi & Giacomo Marighelli): 13 tracks album in Compact-Disc Digifile + digital full album.

    Album di 13 tracce su cd, custodia in digifile + Digital download dell'album (mp3, flac, wav ed altri).

    Includes unlimited streaming of Vuoto Pneumatico (Gianni Venturi & Giacomo Marighelli) via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.
    ships out within 3 days

      €12 EUR or more 

     

1.
2.
3.
05:31
4.
04:53
5.
10:00
6.
01:50
7.
8.
9.
02:37
10.
03:49
11.
12.
13.
09:08

about

Label: La cantina appena sotto la vita
2014 CASV-09
www.facebook.com/lacantina.it

VIDEOCLIP:
Buio Asmatico: youtu.be/5AjVNsHf1tg
Ventose Vie (Urlano le Maree in Norvegia): youtu.be/HvkUpy3BagM
Numeri Primi: youtu.be/Wlklr_JECZA
Aaaah: youtu.be/wLCj-zJfYmU

credits

released October 17, 2014

***
CREDITS:
Poems by Gianni Venturi except Vuoto Pneumatico written by Giacomo Marighelli.

Music Giacomo Marighelli except Vuoto Pneumatico, Numeri Primi.
The original soundtrack of Numeri Primi is The Prime Number by Moreau.

Music recorded at 'Animal House Studio' except Aaaah recorded at 'La Cantina Appena Sotto La Vita' and Vuoto Pneumatico recorded at 'The Slanting Shelte'.

Vocals melody recorded at 'Animal House Studio' except Vuoto Pneumatico, Ventose Vie, Polline di Sogno and Buio Asmatico recorded at 'Natural Head Quarter' and Aaaah recorded at 'La cantina appena sotto la vita'.

Mix and Mastered Federico Viola.

Design & Illustration Eugenio Squarcia.
Vuoto Pneumatico, excerpt from the perfomance of the theatre company TEATROSCIENZA.
---
Poesie di Gianni Venturi eccetto Vuoto Pneumatico di Giacomo Marighelli

Musiche di Giacomo Marighelli eccetto Vuoto Pneumatico e Numeri Primi
Musica originale di Numeri Primi è The Prime Number di Moreau

Musiche registrate all'Animal House Studio eccetto Aaaah registrato ne La cantina appena sotto la vita e Vuoto Pneumatico registrato in The Slanting Shelte

Voci registrate all' Animal House Studio eccetto Vuoto Pneumatico, Ventose Vie, Polline di Sogno e Buio Asmatico registrate al Natural Head Quarter e Aaaah registrata ne La cantina appena sotto la vita

Miscelato e masterizzato da Federico Viola

Grafica di Eugenio Squarcia

Vuoto Pneumatico, da uno spettacolo della compagnia teatrale TEATROSCIENZA

Un grazie speciale ai collaboratori già citati, Chiara Ve Megan, Claudia Klod Cagnoni, Max Stirner, Alex Gezzi, Elena Pavoni, Elì, l'Esistenza, il cosmo e l'intelligenza universale


www.facebook.com/vuotopneumatico.it LIKE / MI PIACE

play.spotify.com/album/3O94U7pjicdhqRb1ZT72mu SPOTIFY

2014

tags

license

all rights reserved

about

Vuoto Pneumatico Ferrara, Italy

Poetry-Rock: l'incontro tra Gianni Venturi e Giacomo Marighelli. Canzoni viscerali e romantiche, a tratti cantautorali, mescolate a suoni mantrici. Elettronica, campane tibetane e suoni di industrie miscelate alle poesie di Gianni. Nato da serate live svolte nell'improvvisazione, Gianni e Giacomo propongono un sequel musicale dello spettacolo teatrale della compagnia TEATROSCIENZA. ... more

contact / help

Contact Vuoto Pneumatico

Streaming and
Download help

Track Name: Vuoto Pneumatico
LYRICS:
Inside the silence
trodden silence
one walks
faint
faint
instants valley void sarcasm
under valley
consumed remains
deep verse
void
of the hedgerow beyond beyond
beyond!
From a smile the streaming flows
out of line
with no time
dead of wind
to uncover the recklessness line
the marionette whose joy breaks
breaks!
Quickly the bound breaks splinters superfluous fallen puff laughters stunned animated moves gilded reflection the absolute love
PNEUMATIC VOID!
The silence
inside the bottom
uncovered perplexed
in this path
of the one
united to the other one
with hands
in a burst of breath
the earth shaked
the nothing
thundered
and The Love
in the love
The Soul
and The Sun
---
Nel silenzio
calpestato
si cammina
tenue
tenue
istanti valle vuoto sarcasmo
sotto valle
resti vissuti
verso profondo
vuoto
della siepe oltre oltre
oltre!
Da un sorriso il flusso fluire
fuori schema
senza il tempo
morto dal vento
scoprire la linea dell'irresponsabile
la marionetta dalla gioia che si rompe
rompe!
D'incanto si rompe lo slancio scheggia superfluo affanno caduto risate stordito animate si muove
d'orate pensiero l'amore supremo
VUOTO PNEUMATICO!
Il silenzio
dentro il fondo
scoperto spaesato
in questo percorso
dell'uno
unito all'altr'uno
con le mani
d'un fiato
la terra tremò
il nulla
tuonò
e l'Amore
nell'amore
l'Anima
e il Sole
Track Name: Fiore Uterino
LYRICS:
I come from the uterine flower…
Air wind sand ancient dust on the locked gears
I come from the uterine flower pregnant race
the woman gazes and foretells the voice of the body
The hand dances
The back bowed
The heart crawls, kicks, a dream tide
Mother, happy to see me as the day when I exploded from you into the world
Numb life, retrograde, moulting wave of a snake breaking through
Sinking absence of the sky blue
Sky blue idle blue torpor absence!
I come from the uterine flower
Nothing is given and nothing is taken Nothiven, Nothaken
Moults the wave on the sinking sky
The night is black like the dripping chimeraScales of future
The uterine dance danced by the mother sister bride female woman
Woman
The war is maless, the lead is male,
the pain is male
I come..ahead I come beyond I come elsewhere
I am inside into it foaming dripping alienating
I come from the uterine flower
The lost memory of you that moults
the snake lit burning fire desert
Pitched Mother mothers no other scream
nor heart poison
no other sons to recompose
Mother once giving a name to everything you named the misery of yours: NEVERMORE
---
Vengo dal fiore uterino...
Aria vento sabbia polvere antica sugli ingranaggi bloccati
Vengo dal fiore uterino razza pregna
la donna osserva e predice la voce del corpo
La mano danza
La schiena curva
Il cuore arranca, scalcia, marea di sogno
Madre contenta di vedermi come il giorno in cui esplosi da te sul mondo
Vita intorpidita regredita squama l’onda di serpente che sfonda
Sprofonda l’assenza del blu cielo
Blu cielo blu languore torpore assenza
Vengo dal fiore uterino
Nulla quindi è dato nulla quindi è tolto Nullato, Nullolto
Squama l’onda sul ciel che sprofonda
La notte è nera come la chimera che gronda
Scaglie di futuro
La danza uterina che danza la madre sorella sposa femmina donna
Donna
La guerra è maschia
il piombo è maschio
il dolore è maschio
Vengo.. innanzi vengo oltre vengo altrove
Sono dentro addentro schiumante grondante alienante
Vengo dal fiore il fiore il fiore uterino...
La di te perduta memoria che squama
il serpente acceso fuoco che arde deserto
Di pece Madre madri non altro grido
o cuore veleno
non altri figli da ricomporre
Madre che a tutto davi un nome che la sofferenza tua hai chiamato: MAI PIÙ
Track Name: Aaaah
LYRICS:
Curled up with arms deprived of the root power.
Weep is a circular fog tower.
Chains have that ethereal consistency of the missed refusal.
From the mount rose up the stone that the astouned innocent cast.
Swords, empty bottles, defeated warriors, survivors
Bar smoke traffic quiver earthquake void absence
Politics misery cocktails pleasant smiles, pats on the back, banality.
Bound to weep, laugh out loud at the left clenched fist
Harshly the cup raises praising the stemming new, no ancient thing progresses
Inside the darkness of this mute room.
May this harsh night be gentle to me...
May the advancing desert melt my heart of snow...
---
Rannicchiato con braccia prive della forza radice.
Il pianto è una torre di nebbia circolare.
Le catene hanno l’eterea consistenza, del mancato rifiuto
Dal monte sorse la pietra che scagliò stupito l’innocente
Spade, bottiglie vuote, guerrieri sconfitti, reduci
Bar fumo traffico scossa terremoto vuoto assenza
Politica miseria aperitivi sorrisi amichevoli, pacche sulle spalle, banalità.
Ridere a crepapelle della mano sinistra chiusa a pugno con il pianto incollato
Calice s’alza impetuoso si brinda al nuovo che sorge, antico nulla avanza
Dentro al buio di questa muta stanza.
Che possa la notte impetuosa essermi lieve...
Che possa il deserto che avanza sciogliere il mio cuore di neve...
Track Name: La Notte
LYRICS:
The night scents with the grudge of the day
I bite the night, and it spits out blood
From the walls soaked imbued with obscene screams the lost silence is drug to me
I pass someone else’s tears off as mine
This morning I’m wakening
I had an entire day to unwrap
Like a candy... The night
Dark dregs wrapped to the hands
A lathery steaming cappuccino and people massively crowded around the bar
The intimate part of being the spirit,
the mystic soul like
a painful mantra for the stars are empty of light
I know the way to move to grey
Like the words that are whispered or shouted
At the lost illusions’ market
I know the unspoken words of screaming love
I know caresses from the child I was
Beyond the curtains of the silent origin
And kisses beared by a soft string
And smiles wrapped to a reluctant hand
Empty with no caresses.
I work. I produce full piles of nothing
Silent as bolstering fog I chat
Yesterday’s becoming root
I walk on burning coals and it’s a trick
I suffer the waves of the day and it’s absent
Like a fool he used to screw my lost virility
Thirsty for the juice of the female on heat
I presume I hate the neighbour
Used to live in a fictional block
Wrapped to a poison video the neighbours who were never so far from me...and the evening is empty
At home when I’m back...
The night scents with the grudge of the day...it creaks
the earth shakes
the mind senses
the mouth sings and shouts
and sometimes the scream becomes chant...
---
La notte profuma del livore del giorno
La mordo, la notte fa sangue
Dalle mura intrise di grida oscene mi drogo del silenzio perduto
Spaccio lacrime non mie come fossero
Questa mattina sveglio
Avevo un intero giorno da scartare
Come una caramella... La notte
Avvinghiata alle mani scoria buia
Un cappuccino schiumante bollente e gente troppa accalcata al bancone
La parte intima dell’essere lo spirito,
la mistica anima come
un mantra di dolore che le stelle sono vuote di luce
Conosco la strada per andare nel grigio
Come le parole sussurrate o gridate
Al mercato delle illusioni perdute
Conosco parole non dette d’amore gridato
Conosco carezze che il bimbo che ero
Oltre la cortina della muta origine
E baci sostenuti da un filo lieve
E sorrisi aggrappati ad una mano riluttante
Di carezze vuota.
Lavoro. Produco intere cataste di nulla
Converso silente come la nebbia che tempra
La radice del divenire che era ieri
Cammino sui carboni ardenti ed è un trucco
Soffro le onde del giorno ed è assente
La mia perduta virilità chiavava come un pazzo
Assetata del succo della femmina in calore
Presumo di detestare il prossimo
Vivo in un condominio inesistente
Aggrappati ad un video veleno i vicini mai cosi lontani... ed è vuota la sera
Al ritorno a casa...

La notte profuma del livore del giorno... scricchiola
la terra trema
la mente percepisce
la bocca canta e grida
ed il grido a volte si fa canto...
Track Name: Ventose Vie
LYRICS:
1.Tides Scream in Norway
All is wind is long for wind long for every airy windy thing
The wind-tied dress
The hand caresses nothing else but airy wind
Becoming regress regression obsession alienation masturbation ACTION!
Action! The director directs in his turn directed frames lost in the wind
If I were thirsty I’d drink
If I were hungry I’d eat
If I were alienated I’d alienate
I am alienated I will alienate
Candid and calm the obscene female overflows the path of pleasure
Windy path daring wind and the light windy female leaves
Towards the solemn course of the undertow or whirlpool assaulting the ancestral night
Of the dumb dancing creature, the screaming silence
Corruption corrupts action actionist perverse pioneer smelling greeding the whiteline
The snow burning for the world losing the lost path of the soul wind
Heavenly november
THE TIDES SCREAM in Norway
Compact aliens and strangers observe
They embark and bleat and want demand things, inanimate objects unuseful perverse
Burn woods radioactive Deserts
Factories poisons
Bloody massacres
Gutted countries, poisoned seas
a light jingle spreads out in mud the windy path moves forward
Overflowing smiles and cheap happiness evil that is unseen does not exist

2. You Laughing Child
I wrote I loved you... on the desolate shores of an arid planet
I wrote it on the mothers’ dance with children, I remember
We, hung on a breast promise
I drew I loved you... on the empty paper
Of broken promises
Again I wrote I loved you between mountains of plastic and poison
I wrote I loved you in the unluck of unemployed youthI wrote I loved you among old men longing for disgraceful retirement salariesI wrote I loved you among pedophilic priests and dying religions
I love you, I love you when I sing music of closing eyesI love you, I love you among smart bombs and sunken fires
I love you, I love you
from my growing soul
when I write your verses
you, everlasting pure child
you keep my wonder alive
you, surviving the advancing desert.
I wrote I loved you, I shouted it to the wounds
To you reset/pain light to you enchanting smileTo you everlasting child dancing free with no restraints
Clung to my heart
---
1. Urlano le Maree in Norvegia
Tutto è vento è fame di vento del tutto che è vento leggero
Il vestito tessuto di vento
La mano accarezza null’altro che vento leggero
Divenire regredire regressione ossessione alienazione masturbazione AZIONE!
Ciak! Il regista dirige diretto a sua volta fotogrammi sperduti nel vento
Se fossi assetato berrei
Se fossi affamato mangerei
Se fossi alienato alienerei
Io sono alienato alienerò
Candida serena la femmina oscena dilaga la via del piacere
Ventosa via vento che osa e va via la femmina ventosa leggera
Nel senso solenne del risucchio o gorgo che assale la notte ancestrale
Dell’essere muto che danza, il silenzio che grida
La corruzione corrompe l’azione azionista perverso apripista che odora che avida la pista bianca
La neve che calda di mondo che sperde sperduta la via del vento anima
Celeste novembre
URLANO LE MAREE in Norvegia
Compatti alieni e sconosciuti osservano
S’imbrancano e belano e vogliono esigono cose, oggetti inanimati inutili perversi
Ardono foreste Deserti radioattivi
Fabbriche veleno
Macelli di sangue
Paesi sventrati, mari avvelenati
una leggera canzoncina dilaga di melma che avanza ventosa la via
Sorrisi dilaganti e felicità a buon mercato il male che non si vede non esiste

2. Bimbo che Ridi
Ho scritto t’amo... sulle sponde disabitate di un pianeta arido.
L’ho riscritto nella danza delle mamme con bambini ricordo
Avvinghiati ad un seno promessa
Ho disegnato ti amo... nel foglio bianco
Delle promesse non mantenute
Ed ancora ti amo tra montagne di plastica e veleno
ho scritto ti amo nella sventura di giovani senza lavoro
ho scritto ti amo tra i vecchi affamati da pensioni vergognose
ho scritto ti amo tra preti pedofili e religioni morenti
ti amo, ti amo mentre canto la musica degli occhi che si chiudono
ti amo, ti amo tra bombe intelligenti e profughi affogati
ti amo ti amo
dall’anima che si espande
mentre scrivo versi tuoi
bambino puro che ancora resisti
che mantieni inalterato il mio stupore
che sopravvivi al deserto che avanza.
Ho scritto ti amo, l’ho gridato ad ogni ferita
A te luce azzera/dolore a te sorriso incantatore
A te eterno bambino che danzi libero senza freni
Avvinghiato al mio cuore.
Track Name: Polline di Sogno
LYRICS:
The desert’s optics
When spreading a veil its appearence
A silent sun Greets the winged deer
Oh rustling of leafs, the moon.
Oh morass swamp the wave.
I dressed with pollen of dream
And snowy Alps
For their sight I cried
Now
Desert there is nothing but desert.
A pendulum follows the time
As if here in the standstill time had sense
As if the color of things was real and warm good the sun
Not a virtual illusion.
I press cancel or enter
I free myself from the interface’s trap
I sip water from a pure source I didn’t know
I log myself off I make provision
For my sister is expecting a son
For if my sister was expecting a son
For she has a son
And there’s the war
The web is burning
It’s too hot
Here in the web
The voice is off
And everything burns
Everything burns
And there’s the war
I like posts
I stay tuned with painBut a listless shout has no importance
We are all dumb
Dumb
---
L’ottica del deserto
Nel distendere il velo la forma
Un sole muto Accoglie d’ali il cervo
O stormir di foglie, la luna.
O palude di pantano l’onda.
Mi sono vestito con polline di sogno
Ed alpi innevate
Nel vederle ho pianto
Ora
Deserto altro non c’è che deserto.
Scandisce l’ora un pendolo
Come se il tempo qui nella stasi avesse senso
Come se il colore delle cose fosse vero e caldo buono il sole
E non illusione virtuale.
Premo cancel o enter
Mi stacco dal giogo dell'interfaccia
Sorseggio un acqua pura di fonte che non sapevo
Mi disconnetto e mi premunisco
Che mia sorella aspetta un figlio
Che se mia sorella avesse un figlio
Che ha un figlio
E c’è la guerra
La rete brucia
Fa troppo caldo
Qui nella rete
La voce spenta
E tutto brucia
Tutto brucia
E c'è la guerra
Clicco mi piace
Sono connesso con il dolore
Ma un grido spento non ha spessore
Siam tutti muti
Muti
Track Name: A Tutte le Madri
LYRICS:
Delicate dancing evening, of slipping rail
Your existence of wildflower, yet untouched by the fog
For if mud or sludge in your arms, the scream of a woman, wounded bride
For life and subtle life lying between waves and author silences
Distance...separating distance, no verse is enough for an encounter when chanting the stars
I know, my girl, you are dancing a dance made of no movement and chant an extreme silence
And a tattered sky, of dresses, reddened by the touch of the field
You, exhausted field, you, violently ploughed field
You, field that no flower can be enough to flavor a dissonant childhood
That the coming storm’s thunder, or the sighing forest in the attempt
Of correcting the ungiven love with caresses and kisses and kisses and caresses
Sitting on the river’s bank, hauling past and feared things
That fire destroying memories, granite memory asthmatic possession
But.. the hesitating hand touching, tell me that my music touches you gentle everywhere.
---
Sensibile sera danzante dalla rotaia scivolante
Il tuo essere fiore di campo comunque che nebbia non sfiora
Che se fango o melma tra le tue braccia un grido di donna sposa ferita
Che vita e vita sottile distesa tra onde e silenzi d’autore
La distanza... che separa che verso non basta all’incontro poetando le stelle
Lo so bambina tu danzi una danza fatta di non movimento e canti estremo silenzio
Ed un cielo stracciato di vesti arrossate dal campo sfiorato
Tu campo stremato tu campo violentemente arato
Tu campo che fiore non basta ad aromare una fanciullezza dissonante
Che il tuono della tempesta in arrivo o la foresta che sospira al tentativo
Di correggere l’amore non dato con carezze e baci e baci e carezze
Seduta sulla riva del fiume che trasporta le cose passate temute
Che fuoco che divora ricordo memoria granitica asmatica possessione
Ma.. esitante la mano sfiorante dimmi che la mia musica ti sfiora gentile ovunque.
Track Name: Numeri Primi
LYRICS:
From above the sum of prime numbers
To go beyond space
Superhuman source d’outremer
Like the mystic mantra
An oblique wave vibrates
Stands above shadows
The earth that grows and takes shape
Wheat sun gold legacy
Young couples dance absently
The nightfall asleeps the shapes
And ice is the voice
From above the tides scream
Deep sea, abyss
From above gravel roads
And little roses flare up
From the earth the separation physics
Flies supreme of fragile thought
Intact is the virginity of the amazed dream
From above the sky amber of a majestic dawn
Induces to the path There is desert among the oases
Like lines supporting the pendulum
Like steps on the melting snow
Of a warm freeze Oh night light or day quiet
Oh love port oh mouth and delta
Sighing stretching arms to the tide
And life vibrating on the prime sound
om
---
Dall'alto la somma dei numeri primi
Andare oltre spazio
Sovrumana fonte d'outremer
Come il mistico mantra
Vibra un'onda obliqua
Sovrasta le ombre
La terra che cresce e si forma
Grano sole oro retaggio
Giovani coppie danzano assenti
L'imbrunire addorma le forme
E ghiaccio è la voce
Dall'alto le maree urlano
Mare profondo, abisso
Dall'alto strade di ghiaia
E piccole rose avvampano
Dalla terra la fisica del distacco
Vola supremo di fragile pensiero
Intatta è la verginità del sogno stupito
Dall'alto cielo ambra d'un alba maestosa
Induce al cammino C'è deserto tra le oasi
Come fili che reggono il pendolo
Come passi sulla neve che scioglie
D'un caldo gelo O notte luce o giorno quiete
O amore porto o foce e delta
Sospirando braccia tese alla marea
E vita che vibra al suono primo
om
Track Name: Buon Natale
LYRICS:
The market gasps as if it wasn’t alive, but is it though?
The stored goods show themselves dressed up
The dust obstructing the gears looks exhaust
Merry Christmas to everybody
To the undefeated sun, to the overthrown rifle
To the succumbing spirit
To the overflowing nothing
Filling the streets with colored little lights
The stored goods show themselves dressed up
The dust obstructing the gears looks exhaust
---
Il mercato boccheggia nemmeno fosse vivo, ma lo è?
Le merci accatastate si mostrano vestite a festa
La polvere che blocca gli ingranaggi pare esausta
Buon natale a tutti
Al sole invitto, a mitra spodestato
Allo spirito che soccombe
Al dilagante nulla
Che riempie le strade di lucine colorate
Le merci accatastate si mostrano vestite a festa
La polvere che blocca gli ingranaggi pare esausta
Track Name: Perso nella Danza
LYRICS:
The indefinable mystic flying over the tides
I am thirsty of the everlasting
And unconsciously participating to the gaze to enchanting ancient mirages
The celebration in the fields of the poisoned padania and me, I dance
In wait for the holy Rrrred wind of the future
It is atoms that dance the life flashes of sublime energy
The lost peoples sing the mantra of progression
Aching mother I dedicate to you my divine heart
To you, for you keep safe the creativity of the human wave
To you, for you keep love and dress with it
With stars clothes, and kisses and hugs of truth
To you, observing the son of the son from behind the tattered clothes
And yours is the heart of each son
Comrades screaming bound in a silence shroud
This earth has flavor
This red earth has flavor
This burning earth has flavor
This is the ground where steps the hard hoof of the machine drooling smoke
The prime universal energy vibrating
Inside and outside up and down in the creatures and in the things
What is its name of the celebration?
I wait for the mantra of the answer
I wait for the red sun of the future
I wait for the laughs of the mother
I wait
---
La mistica indefinibile che sorvola le maree
Sono assettato d’eterno
E inconsapevolmente partecipe allo scrutare Incantevoli antichi miraggi
La festa nelle campagne della padania avvelenata io che danzo
Nell’attesa del sacro vento Rrrosso dell’avvenire
Sono atomi che danzano la vita sprazzi di sublime energia
Cantano i popoli perduti il mantra della progressione
Madre dolente a te dedico il mio cuore divino
A te che mantieni intatta la creatività dell’onda umana
A te che trattieni l’amore e te ne vesti
Con tessuto di stelle e baci e abbracci di verità
A te che dalle vesti stracciate osservi il figlio del figlio
Ed è tuo il cuore di ogni figlio
Compagni che gridate avvolti in un sudario di silenzio
Questa terra ha sapore
Questa terra rossa ha sapore
Questa terra accesa ha sapore
Questa terra è la terra calpestata dallo zoccolo duro della macchina che sbava fumo
L’energia prima universale che vibra
Dentro e fuori sopra e sotto negli esseri e nelle cose
Qual è il suo nome della festa?
Attendo il mantra della risposta
Attendo il sole rosso dell’avvenire
Attendo le risa della madre
Attendo
Track Name: Buio Asmatico
LYRICS:
I keep laying down even if the day presses my skin
Chapped light eye overflows slips from the stiff mind
Extinct is the night I get up and look from the window
And it’s shiny asthmatic dark
The fog in the alleys looks future like laughing anguish
There are cement houses i can see them wheezing
Warm smoke puffs from foggy windows
Mothers warm up unreal food
Crowds of panting actors simulating the greatness of a blink of an eye
Oh my heart disharmonic symphony of dancing drums
The factory wheezes screaming alarms
Scraping creatures occupy the machine corners of the objective creation
The day shining oblivious of its own self becomes night among cromo yellow street lights
Mom give me a kiss, to your son a kiss
For the hand is gentle on the weeping face
For my hands flounder of white wedge
For the verses roll from my solitary lips
For obsolete body devoid of hug dances quanticly
But the window, yes, the one looking at the world is walled up
And I see the spaces between rock and rock and behind it
A world feigns divine belonging
And the nothing smothers faded dreams
Determined on the top of me I descend the iron stair
On the road I meet creatures devoid of discernment like me they are me
Nothing but me
---
Resto disteso anche se il giorno preme sulla pelle
Screpolata luce occhio dilaga scivola da mente rattrappita
Spenta è la notte mi alzo e guardo dalla finestra
Ed è buio lucido asmatico
La nebbia nei vicoli appare futuribile come angoscia che ride
Ci sono case di cemento le vedo ansimare
Sbuffi di fumo caldo dai vetri appannati
Madri scaldano vivande inesistenti
Folle di ansanti teatranti simulano la grandezza d’un battito di ciglia
O cuore il mio disarmonica sinfonia di tamburi danzanti
La fabbrica rantola sirene ululanti
Esseri struscianti occupano gli angoli macchina della creazione oggettiva
Il giorno che assola dimentico di se s’annotta tra lampioni giallo cromo
Mamma dammi un bacio a tuo figlio un bacio
Che la mano è leggera sul viso lacrimato
Che le mie mani annaspano di calce bianca
Che i versi rotolano dalle mie labbra solitarie
Che corpo desueto d’abbraccio privo danza quantico
Ma la finestra si quella che da sul mondo è murata
Ed io vedo gli spazi tra pietra e pietra e dietro di lei
Un mondo finge la divina appartenenza
Ed il niente soffoca sogni sbiaditi
Deciso al culmine di me scendo la scala di ferro
In strada incontro esseri privi di discernimento come me sono me
Nient’altro che me
Track Name: La Rete
LYRICS:
Il martello picchia sul ferro che vibra e rugge
La poetica della calce viva
L’orizzonte puzza di cielo chimico e nuvole
Dall’acqua veleno sputano lampi di tuono
E dall’alto sfugge il caldo buono
Mia regressione all’inizio del mare tenebroso
Le strade incontro nei vicoli della nebbia arcuata
Cuori affranti s’ammentano istintano la quiete
Ho colorato di blu le natiche assolate della femmina distesa
Mentre succhio avido il nettare la mente vaga e la lingua scivola
Dove sprofonda il piacere
Cerco quel dio che è un energia che è un sapore che è un bacio sottile
Un abbraccio di stenti gravidi come un silenzio fuso nella sinfonia del desiderio
The hammer hits on the iron, vibrating roaring
The poetry of quicklime
The horizon stinks of chemical sky and clouds
From the water lightings of thunder spit poison
And from the above slips away the good heat
My regression to the beginning of the dark sea
I meet the roads in the alleys of the curved fog
Broken hearts s’ammentano they instinct the quiet
I’ve colored blue the sunny buttocks of the laying female
While I suck lusty the nectar the mind wanders and the tongue slips
Where pleasure sinks
I look for that god that is an energy that is a flavor that is a thin kiss
A hug of pregnant effort like a silence fused in the symphony of desire
But I’ll have to leave this fucking room!
What to do if the walls of this prison are made of fog?
Here from the converse video with apparently living creatures!
Hello is there anybody eating silicon?
Is there anyone that can hear my hearing made of screaming silence?
How can a son be born without a mother and a father?
I place my free hand on the mouse ready to build
Whole aggregations of nothing
The neurons interface with the web that... traps the being and axcommunicates in the subtle sense of end
Of communication..
Shit!! But it’s me at the mirror lusty for hands and hands I silent silicon body.
The female exits a room clutchingly whispers ancient formulas... “Bye” “Keep in touch”
Oh, but I will see her on the screen and I’ll see her again and I will press “pause” And I will observe my truest smiles!
The child that I was remembers a world of living creatures
My father used to music even death that was becoming alive music
Never he’d repeat the same theme.. the symphony was becoming
Instant composition... the life!
---
Dovrò pure uscire da questo cazzo di stanza!
Che fare se le pareti di questa prigione sono di nebbia?
Ecco dal video converso con esseri apparentemente vivi!
Pronto c’è qualcuno che si nutre di silicio?
C’è qualcuno che sente il mio sentire fatto di silenzio che grida?
Come può un figlio essere nato senza madre e padre?
Poso la mano libera sul mouse pronta a costruire
Intere aggregazioni di nulla...
I neuroni s’interfacciano con la rete che... imprigiona l’essere e scomunica nel senso sottile di fine della comunicazione..
Cazzo!! Ma sono io allo specchio avido di mani e mani io silenzioso corpo silicio.
La femmina esce da una stanza avvinghiante sussurra formule antiche... “Ciao” “Rivediamoci”
Oh ma io la rivedrò filmata e la rivedrò premerò “pausa” E osserverò i sorrisi più veri miei!
Il bimbo che ero ricorda un mondo di vivi
Mio padre musicava anche la morte che diveniva musica viva
Mai ripeteva lo stesso tema.. la sinfonia era in divenire...
Composizione istantanea... la vita!